Paper Garden è il risultato di una ricerca dedicata al grande tema del rapporto tra natura e cultura e alla loro incessante dialettica. Le fotografie ritraggono luoghi al margine delle grandi città, edifici abbandonati, architetture inesorabilmente conquistate dalla crescita inarrestabile della vegetazione: testimonianze di una cultura vinta dalla natura, di una osmosi ricca e incessante tra le due. Le immagini sono stampate su carta washi ed esposte in light-boxes di cartone: qui è la natura ad essere vinta e culturalizzata, nella forma e nell’uso della carta, che ne ospita l’immagine e ne trattiene le fibre vitali.

Paper Garden, esposto per la prima volta presso lo studio CO-CO di Roma, è accompagnato dai testi di Giorgia Noto, curatrice della mostra, dell'architetto Giulio Ciccarese (Margine) e di Fabio Lauro, poeta. 

Paper Garden è il risultato di una ricerca dedicata al grande tema del rapporto tra natura e cultura e alla loro incessante dialettica. Le fotografie ritraggono luoghi al margine delle grandi città, edifici abbandonati, architetture inesorabilmente conquistate dalla crescita inarrestabile della vegetazione: testimonianze di una cultura vinta dalla natura, di una osmosi ricca e incessante tra le due. Le immagini sono stampate su carta washi ed esposte in light-boxes di cartone: qui è la natura ad essere vinta e culturalizzata, nella forma e nell’uso della carta, che ne ospita l’immagine e ne trattiene le fibre vitali.

Paper Garden, esposto per la prima volta presso lo studio CO-CO di Roma, è accompagnato dai testi di Giorgia Noto, curatrice della mostra, dell'architetto Giulio Ciccarese (Margine) e di Fabio Lauro, poeta. 

Using Format